"L'Unione dell'innovazione 2014" e " Indagine su accesso ai finanziamenti PMI": punti di forza e di debolezza su ricerca e innovazione

Nonostante l’Italia sia categorizzata - nell’ambito dei raggruppamenti per rendimento innovativo - nel gruppo “Innovatori moderati”, le aziende italiane devono recuperare il ritardo in termini di competitività. Ma per raggiungere tale obiettivo, l’unica via perseguibile, è quella degli investimenti in prodotti e servizi ad alto valore aggiuntivo, puntando  su ICT, fondi europei e innovazione. E’ quanto emerge dal rapporto “L’unione dell’innovazione 2014”, pubblicato nei giorni scorsi e presentato dalla Commissione Europea,’ secondo cui nel periodo di studio, sebbene l’Italia sia in posizione di punta seguita dalla Repubblica ceca superando Spagna e Portogallo, è stata superata in termini di innovazione anche da Lettonia, Estonia, rimanendo ben lontana da Danimarca, Finlandia, Germania e Francia che per rendimento sul piano innovativo sono raggruppati sotto la categoria “Leader dell’innovazione”.


0 Commenti

Innovazione:  con RSI al via 40 milioni per PMI innovative dall’UE

Innovazione: con RSI al via 40 milioni per PMI innovative dall’UE

Arrivano nuove risorse per le piccole e medie imprese e per le startup innovatrici. I fondi, pari a circa 40 milioni di euro, sono stati messi a disposizione da Deutsche Bank, che ha siglato un accordo con il Fondo Europeo per gli Investimenti, finalizzato all'erogazione di finanziamenti alle società più piccole ma orientate all'innovazione. 

Si tratta di uno dei tanti strumenti messi a punto per uscire dalla crisi e finanziare lo sviluppo imprese medio-piccole a corto di contante. Questo è il settimo finanziamento di questo genere erogato in Italia ed il ventisettesimo in UE e, nello specifico, prevede l'erogazione di prestiti, garantiti al 50% dal Fondo Europeo per gli Investimenti, entro il 31 dicembre 2015. Il progetto fa parte del pacchetto finanziato dalla Commissione Europea, nell'ambito dell'iniziativa denominata Risk Sharing Instrument (RSI), che ha portato sinora ad erogare fino a 2 miliardi a favore delle imprese innovative in Europa. 
0 Commenti

Fatturazione elettronica per PA: al via gli obblighi di utilizzo

Fatturazione elettronica per PA: al via gli obblighi di utilizzo

Inizia il conto alla rovescia per l’attuazione del Decreto Ministeriale n. 55 del 3 aprile 2013, entrato in vigore il 6 giugno 2013, con il quale si sono fissati le scadenze degli obblighi di utilizzo della fatturazione elettronica per quanto riguarda i rapporti economici con la Pubblica Amministrazione (ai sensi della Legge 244/2007, art. 1 commi da 209 a 214). Ministeri, Agenzie fiscali ed Enti nazionali di previdenza e assistenza sociale saranno i primi ad adeguarsi al Decreto, e difatti a partire dal 6 giugno 2014 dovranno provvedere all’emissione, trasmissione, conservazione, monitoraggio e rendicontazione della spesa pubblica.
0 Commenti

Fondo di Garanzia: approvate le integrazioni e le disposizioni generali

Fondo di Garanzia: approvate le integrazioni e le disposizioni generali

Con decreto del Ministro dello sviluppo economico 24 aprile 2014 sono state approvate le integrazioni alle condizioni di ammissibilità e le disposizioni di carattere generale per l’amministrazione del Fondo di garanzia per le Piccole e Medie Imprese, di cui all’articolo 2, comma 100, lettera a), della legge 23 dicembre 1996, n. 662 , relative alla concessione della garanzia su portafogli di finanziamenti. Il comunicato relativo al decreto è stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 105 dell’8 maggio 2014 e quindi le disposizioni si applicano a decorrere da tale data. 
0 Commenti

Fondi strutturali 2014-2020: approvato accordo di partenariato per 31 miliardi

Fondi strutturali 2014-2020: approvato accordo di partenariato per 31 miliardi

Per affrontare le sfide economiche, ambientali e sociali imposte dalla crisi, ammontano a 31 miliardi i fondi per l’Italia

E’ stato approvato nei giorni scorsi l’Accordo di partenariato sulla Programmazione dei Fondi strutturali e di investimento europei per il periodo 2014-2020 dal Cipe (Comitato Interministeriale per la Programmazione Economica del Governo Renzi), in vista della trasmissione alla Commissione europea entro la scadenza odierna e dell’avvio formale del relativo negoziato tra il Governo italiano e la Commissione europea. 

0 Commenti

RSS
1234567

Ultime News

dummy