La fattura elettronica obbligatoria da oggi gratis, per tutti.

La fattura elettronica obbligatoria da oggi gratis, per tutti.

Nasce "Fattura Per Tutti": il servizio di generazione della fattura elettronica gratuito pensato per i professionisti e le PMI

Le Piccole e Medie Imprese ed i liberi professionisti sono i principali fornitori della pubblica amministrazione, per questo abbiamo pensato a loro: Non si pagherà mai la generazione della fattura elettronica, questa è una promessa. Siamo anche noi una PMI e crediamo che le imprese non debbano pagare per incassare i crediti dalle Pubbliche amministrazioni.
0 Commenti

Fatturazione elettronica: i chiarimenti dell’Agenzia delle Entrate

Fatturazione elettronica: i chiarimenti dell’Agenzia delle Entrate

In piena operatività dell’obbligo di fatturazione elettronica, l’Agenzia dell’Entrate ha reso nota la circolare 18/E dove vengono forniti significativi chiarimenti in merito alla definizione, invio e ricezione, tratti distintivi, nonché indicazioni sul contenuto delle fatture. Inoltre, vengono specificate le modalità con le quali è possibile conservare le fatture in forma elettronica in un Paese estero. Senza dubbio la prima esplicita precisazione che salta all’occhio è quella concernente la definizione. 
L’Agenzia, difatti, chiarisce che per la distinzione tra fatture elettroniche e cartacee non è, di per sé, il tipo di formato originario – elettronico o cartaceo utilizzato per la sua creazione – a far la differenza bensì la circostanza che la fattura sia in formato elettronico quando viene trasmessa (o messa a disposizione), ricevuta ed accettata dal destinatario. Pertanto, tutte quelle fatture che siano state create in formato elettronico ma successivamente inviate e ricevute in formato cartaceo non sono considerate come “fatture elettroniche”. Al contrario, le fatture create in formato cartaceo ma successivamente trasformate in documento informatico per l’invio e la ricezione tramite canale telematico, sono considerate fatture elettroniche a condizione che soddisfino i requisiti di legge della fattura elettronica. 
0 Commenti

Fatturazione elettronica: il cambiamento faticoso ma indubbiamente vantaggioso

Fatturazione elettronica: il cambiamento faticoso ma indubbiamente vantaggioso

La rivoluzione che sarà dunque più per le imprese che per lo Stato.

Dal 6 giugno il panorama nazionale ha assistito a un cambiamento rivoluzionario. A partire da tale data è scattata l’obbligatorietà della fatturazione elettronica e con esso si è potuto compiere un primo e importante passo in avanti verso gli obbiettivi dell’Agenda Digitale. Per procede ai pagamenti, ora è necessario che le aziende emettano la fattura esclusivamente in formato elettronico. Se non si adeguano, niente soldi. 
Diretti interessati saranno circa 9 mila enti tra ministeri, scuole, caserme della Polizia e dell’Esercito, musei, biblioteche, agenzie fiscali enti di previdenza e assistenza sociale, che non potranno più accettare ed emettere fatture in formato cartaceo e ne potranno procedere ad alcun pagamento sino alla ricezione della fattura. Tutto digitale, senza carta. 
0 Commenti

Fatturazione elettronica per PA: al via gli obblighi di utilizzo

Fatturazione elettronica per PA: al via gli obblighi di utilizzo

Inizia il conto alla rovescia per l’attuazione del Decreto Ministeriale n. 55 del 3 aprile 2013, entrato in vigore il 6 giugno 2013, con il quale si sono fissati le scadenze degli obblighi di utilizzo della fatturazione elettronica per quanto riguarda i rapporti economici con la Pubblica Amministrazione (ai sensi della Legge 244/2007, art. 1 commi da 209 a 214). Ministeri, Agenzie fiscali ed Enti nazionali di previdenza e assistenza sociale saranno i primi ad adeguarsi al Decreto, e difatti a partire dal 6 giugno 2014 dovranno provvedere all’emissione, trasmissione, conservazione, monitoraggio e rendicontazione della spesa pubblica.
0 Commenti

Agenzia delle entrate: a giugno fatturazione elettronica obbligatoria per le PA secondo DM 55 2013

Agenzia delle entrate: a giugno fatturazione elettronica obbligatoria per le PA secondo DM 55 2013

Il 2014 parte con l’impasse per le PA resa nota dall’Agenzia delle Entrate. Infatti Ministeri, Agenzie fiscali ed Enti locali, a partire al 6 giugno, non potranno più accettare fatture emesse o trasmesse in formato cartaceo.
0 Commenti

RSS

Ultime News

dummy