Fatturazione elettronica: il cambiamento faticoso ma indubbiamente vantaggioso

Fatturazione elettronica: il cambiamento faticoso ma indubbiamente vantaggioso

La rivoluzione che sarà dunque più per le imprese che per lo Stato.

Dal 6 giugno il panorama nazionale ha assistito a un cambiamento rivoluzionario. A partire da tale data è scattata l’obbligatorietà della fatturazione elettronica e con esso si è potuto compiere un primo e importante passo in avanti verso gli obbiettivi dell’Agenda Digitale. Per procede ai pagamenti, ora è necessario che le aziende emettano la fattura esclusivamente in formato elettronico. Se non si adeguano, niente soldi. 
Diretti interessati saranno circa 9 mila enti tra ministeri, scuole, caserme della Polizia e dell’Esercito, musei, biblioteche, agenzie fiscali enti di previdenza e assistenza sociale, che non potranno più accettare ed emettere fatture in formato cartaceo e ne potranno procedere ad alcun pagamento sino alla ricezione della fattura. Tutto digitale, senza carta. 
0 Commenti

Fatturazione elettronica per PA: al via gli obblighi di utilizzo

Fatturazione elettronica per PA: al via gli obblighi di utilizzo

Inizia il conto alla rovescia per l’attuazione del Decreto Ministeriale n. 55 del 3 aprile 2013, entrato in vigore il 6 giugno 2013, con il quale si sono fissati le scadenze degli obblighi di utilizzo della fatturazione elettronica per quanto riguarda i rapporti economici con la Pubblica Amministrazione (ai sensi della Legge 244/2007, art. 1 commi da 209 a 214). Ministeri, Agenzie fiscali ed Enti nazionali di previdenza e assistenza sociale saranno i primi ad adeguarsi al Decreto, e difatti a partire dal 6 giugno 2014 dovranno provvedere all’emissione, trasmissione, conservazione, monitoraggio e rendicontazione della spesa pubblica.
0 Commenti

Agenda digitale: le cifre di Istat e Eurostat su utenti digitali 2013

Agenda digitale: le cifre di Istat e Eurostat su utenti digitali 2013

Accesso alla rete, alfabetizzazione digitale e agenda digitale. Miglioramenti nel 2013 ma l’Italia resta ancora indietro.

Tecnologia e innovazione restano sempre al centro dell’attenzione soprattutto per raggiungere gli obiettivi fissati dall’Agenda Digitale 2020. Nel nostro contesto nazionale se ne parla sempre più spesso in conseguenza all’approvazione dello “Statuto dell’Agenzia per l’Italia digitale”, pubblicata sulla gazzetta nei giorni scorsi. Un risultato senza dubbio determinante per lo sviluppo italiano – se si intende “digitale” come servizio per la crescita - ma che avrà dei risvolti sul lungo termine. Ciò si chiarisce se si prendono in esame gli ultimi dati Istat e Eurostat 2013 riguardanti lo stato di alfabetizzazione digitale che, se da un lato metto in luce un miglioramento costante dell’utilizzo delle tecnologie digitali, dall’altro mettono in chiaro ancora un arretratezza rispetto agli altri contesti europei. 
0 Commenti

Agenzia delle entrate: a giugno fatturazione elettronica obbligatoria per le PA secondo DM 55 2013

Agenzia delle entrate: a giugno fatturazione elettronica obbligatoria per le PA secondo DM 55 2013

Il 2014 parte con l’impasse per le PA resa nota dall’Agenzia delle Entrate. Infatti Ministeri, Agenzie fiscali ed Enti locali, a partire al 6 giugno, non potranno più accettare fatture emesse o trasmesse in formato cartaceo.
0 Commenti

L'inchiesta di Report sul

L'inchiesta di Report sul "decreto del fare" con cui il governo Letta prevede di rilanciare l'Agenda Digitale.

"Secondo uno studio del Politecnico di Milano, solo la digitalizzazione della sanità, nel settore sanitario porterebbe ad un risparmio di 6,5 miliardi di euro l'anno e se i settori della pubblica amministrazione comunicassero fra loro il risparmio arriverebbe a 995 milioni di euro al mese, senza mandare a casa nessuno."
0 Commenti

RSS

Ultime News

dummy